Regolamenti in Spiaggia e sul territorio Comunale

Regolamenti in Spiaggia e sul territorio Comunale

PRIMA DI ACCEDERE IN SPIAGGIA LEGGI ED ACCETTA IL

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA VIVIBILITÀ URBANA
E LA QUALITÀ DELLA VITA

_______ DELIBERA DI C.C. N.64 DEL 10.12.14 MODIFICATO CON DELIBERA C.C. N.38 DEL 15.12.15 _______

RIASSUNTO DEL REGOLAMENTO

 

ART. 1 – ATTI CONTRARI AL PUBBLICO DECORO

Nei luoghi pubblici o ad uso pubblico è vietato:

1. Sporcare, gettare immondizie, rifiuti, carte o altro al di fuori degli appositi cestini portarifiuti;

3. Insudiciare con scritte o disegni strade, strutture, edifici pubblici o privati;

4. Circolare a torso nudo o solo in costume da bagno al di fuori dell’arenile e delle aree adibite a balneazione.

 

ART. 2 – DISCIPLINA DELL’ACCATTONAGGIO NEL TERRITORIO COMUNALE

E’ vietato l’accattonaggio … anche mediante l’utilizzo di animali.

 

ART. 4 – UTILIZZO DELLE AREE VERDI, DEI PARCHI PUBBLICI E PARCHI GIOCHI

All’interno delle aree verdi, parchi pubblici e parchi giochi attrezzati è vietato:

1. Danneggiare e imbrattare panchine, arredi e attrezzature;

2. Cogliere fiori, estirpare o danneggiare le piante;

3. Attraversare e calpestare le aree arbustate e le aiuole fiorite;

4. Circolare o sostare con mezzi a motore;

 

ART. 5 – DIVIETO DEL CAMPEGGIO LIBERO

In tutto il territorio comunale, compresa la sede stradale, le piazze, i parcheggi ed altre aree di uso pubblico, è vietata l’effettuazione di qualsiasi specie di campeggio e attendamento, bivacco, anche mediante l’utilizzo di veicoli attrezzati o non attrezzati, fuori dalle aree appositamente adibite; è inoltre vietato ai possessori di veicoli attrezzati con serbatoi di recupero delle acque chiare e luride, in transito o durante la sosta nel territorio del Comune, di effettuare lo scarico di dette acque fuori delle aree predette.

 

ART. 8 – ESPOSIZIONE CAMPIONATURA

Sulle aree pubbliche o private gravate da servitù di pubblico passaggio legalmente costituita il posizionamento di campionatura di merce o attrezzature di qualsiasi genere deve essere preventivamente autorizzato dal Comune. Al termine dell’occupazione di suolo pubblico o di operazioni di carico e scarico il responsabile pulisce e ripristina l’area utilizzata.

ART. 9 – MASSAGGI E PRESTAZIONI

E’ vietato effettuare e ricevere su area pubblica o aperta al pubblico prestazioni come massaggi, tatuaggi, treccine, servizi di taglio capelli.

ART. 10 – TUTELA CONTRO IL FUMO IN SPIAGGIA

Su determinate aree dell’arenile, individuate mediante Deliberazione di Giunta comunale, è vietato fumare. Le zone interdette saranno appositamente segnalate. Il divieto è esteso anche alle sigarette elettroniche.

ART. 10 bis – TUTELE PER LA SALVAGUARDIA DEI BAGNANTI

Sulle spiagge libere, dalle 20.00 alle 08.00, è vietato lasciare ombrelloni, sedie, sdraio ed attrezzature di vario genere; Sulle spiagge frequentate dai bagnati è vietato Aleare e/o varare unità nautiche di qualsiasi genere, Lasciare in sosta e/o depositare scafi, Transitare e/o sostare con veicoli a motore. Queste attività potranno essere svolte solo sui tratti di costa individuate da Delibera di Giunta Comunale. È vietato posizionare ombrelloni, sedie, sdraio ed attrezzature di vario genere, comprese tovaglie nella zona immediatamente limitrofa ai patini di salvataggio: in particolare ad un metro dal perimetro dello stesso e lungo il tratto di arenile che lo conduce a mare. La misura è necessaria per evitare rallentamenti durante le manovre di salvataggio dovute a oggetti e persone che possano ostacolare lo spostamento delle attrezzature di salvataggio. È vietato smontare i moduli che compongono le passerelle che consentono di accedere sull’arenile nonché di posizionarsi sulle stesse per scopi diversi da quelli del transito per accedere all’arenile. È vietata l’accensione di fuochi e falò sulle spiagge.

ART. 19 – NORME DI CONVIVENZA

E’ vietato sul territorio comunale:

1. Rimuovere, spostare o manomettere panchine, fioriere e altre strutture poste a servizio dei cittadini su area pubblica;

2. Impedire il transito su percorsi e strutture realizzate per il superamento delle barriere architettoniche;

3. Per i maggiori di anni dodici utilizzare gli impianti e le attrezzature destinate al gioco dei bambini;

4. Utilizzare gli impianti e le attrezzature ludico – ricreative e sportive in modo difforme da quanto stabilito dall’Amministrazione comunale.

ART. 20 – SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE E DELLE SUE RISORSE

Sul territorio è vietato: – Attuare interventi che modifichino il regime o la composizione delle acque.

TENUTA DEGLI ANIMALI E

BAU BEACH –SPIAGGIA PER CANI

 

ART. 7 – CIRCOLAZIONE E TENUTA DEGLI ANIMALI

Per garantire le finalità pubbliche del decoro, dell’igiene e della sicurezza al fine di favorire la corretta convivenza tra uomo e animali, i detentori di animali di qualsiasi specie, in relazione alle circostanze concrete, assicurano il benessere degli animali ed adottano ogni precauzione idonea ad evitare pericolo, danno o disturbo alla collettività. Gli animali, in rapporto alle dimensioni, alla forza ed al grado di aggressività, sono condotti da persone di condizione psico-fisica adeguata. Nei luoghi privati, gli animali possono essere lasciati liberi se un’idonea recinzione impedisce qualsiasi interferenza dei medesimi con chiunque transiti su aree limitrofe adibite a pubblico transito. E’ vietato abbandonare qualsiasi tipo di animale. Le persone devono condurre e tenere al guinzaglio di lunghezza non superiore a 1,5 mt su strade, aree demaniali, aree pubbliche o ad uso pubblico i cani di loro proprietà o dati loro in affidamento, con conseguente divieto di lasciare che gli stessi circolino liberamente, eccezion fatta per i cani da caccia durante il periodo venatorio sulle aree e zone destinate a tali attività. E’ vietato detenere nel centro abitato animali che producano rumori o odori tali da arrecare gravi e ripetuti inconvenienti. Le persone che stanno conducendo un cane devono:

1. Evitare che i cani di loro appartenenza o dati in affidamento sporchino le aree private di terzi, le aiuole, le aree demaniali, i parchi attrezzati, gli spazi verdi, le vie, le piazze ed aree urbane pubbliche o ad uso pubblico;

2. Essere sempre munite dei mezzi necessari idonei (tipo paletta/sacchetto/guanto) per la rimozione degli escrementi e anche di acqua per sciacquare le deiezioni;

3. Procedere all’immediata rimozione degli escrementi dell’animale;

4. Portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone e/o animali;

Sulle aree pubbliche o aperte al pubblico inibite alla circolazione dei cani e debitamente segnalate è vietato far circolare cani. Sull’arenile, durante la stagione balneare, è vietato l’accesso ai cani, ad eccezione di quelli utilizzati per il salvataggio e regolarmente abilitati al soccorso nonché di quelli che accompagnano persone ipovedenti o non vedenti. E’ vietato l’accesso ai cani in aree destinate e attrezzate per particolari scopi, come le aree giochi per bambini. La permanenza e la balneazione sono autorizzate solo nelle zone “Bau Beach” (Spiagge per cani)

ART. 7 BIS. – BAU BEACH – (SPIAGGIA PER CANI)

1. Potranno accedere alla spiaggia Bau Beach – (Spiaggia per Cani) esclusivamente i cani che siano regolarmente iscritti all’anagrafe canina. il proprietario pertanto deve portare sempre con se il libretto delle vaccinazioni;

2. I cani non possono oltrepassare il limiti della spiaggia sia sciolti che al guinzaglio;

3. I proprietari/detentori dei cani sono responsabili del benessere, del controllo e della conduzione degli animali e rispondono, sia civilmente che penalmente, di eventuali danni o lesioni a persone, animali e cose provocate dall’animale stesso;

4. I proprietari/detentori dei cani hanno l’obbligo di provvedere autonomamente all’ombreggiatura dei propri animali con idonei dispositivi, alla fornitura di acqua pulita per l’abbeverata e per eventuali docciature;

5. I proprietari/detentori dei cani devono assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle esigenze di convivenza con le persone e gli animali che usufruiscono della spiaggia libera;

6. I cani devono essere mantenuti al guinzaglio di lunghezza non superiore a mt 1,50;

7. I proprietari/detentori hanno l’obbligo di portare con sé una museruola rigida o morbida da applicare ai cani in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali, o su richiesta delle Autorità competenti;

8. I cani possono fare il bagno in mare nello specchio acqueo antistante la zona della Bau Beach;

9. E’ interdetto l’accesso all’area dei cani di sesso femminile in periodo estrale “calore”;

10. L’accesso è comunque proibito ad animali con sindrome aggressiva;

11. I cani devono essere esenti da infestazioni di pulci, zecche o altri parassiti;

12. Si raccomanda ai proprietari, per il bene delle persone e dei loro animali, di sottoporli alla profilassi vaccinale periodica contro le principali malattie infettive (cimurro, leptospirosi e parvovirosi), alla profilassi contro le principali malattie infestive (parassiti), e di non portare in spiaggia cani con patologie di natura cardiovascolare. Inoltre sarebbe meglio che il cane abbia eseguito, almeno negli ultimi 3 giorni, un trattamento antielmintico polivalente contro vermi tondi e tenie (i parassiti principali sono ascaridi, anciilostomi, trichuridi e cestodi);

13. Il detentore dovrà aver cura che il cane non possa raggiungere i soggetti vicini; dovrà inoltre, sistemare una ciotola con acqua sempre presente ed accessibile all’animale;

14. I proprietari/detentori dei cani devono rimuovere immediatamente qualunque deiezione prodotta dagli animali, e a tal fine devono essere muniti di palette/raccoglitori idonei, da riporre negli appositi contenitori installati nell’area, e devono sciacquare con acqua le deiezioni;

15. Non si può correre o giocare con palle e/o racchette in mezzo al settore e sulla battigia per evitare di disturbare ed agitare i cani;

16. Nei periodi più caldi bagnare spesso il cane. I cani dovranno essere immediatamente riassicurati al guinzaglio al termine del bagno; durante la permanenza in acqua dei cani deve essere sempre assicurata la presenza del proprietario;

17. Nei limiti del possibile l’accompagnatore dovrà evitare latrati prolungati e comportamenti eccessivamente vivaci del proprio cane; viceversa sarà tenuto ad allontanarsi dalla spiaggia.Tale facoltà è peraltro riservata anche al personale di vigilanza e a loro insindacabile giudizio.

ART. 11 – DISTURBO PROVOCATO DA ANIMALI

I detentori di animali domestici devono evitare che i propri animali provochino disturbo alla quiete pubblica, in particolare dalle ore 22 alle ore 08.00 e dalle 13.00 alle 15.30.

 

 

 

No Comments

Scrivi un Commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.